Perchè registrare una vettura?

La prima risposta potrebbe essere semplicemente: “perché no?”
Ma esiste una motivazione più profonda: se tutto questo fosse iniziato trenta o quarantanni or sono, oggi la conoscenza, le curiosità, le aspettative di molti appassionati avrebbero potuto avere già delle risposte. Ma allora la “rete” non era ancora diffusa e oggi grazie a questo formidabile mezzo di comunicazione, la circolazione delle conoscenze è più rapida e immediata.
E la Conoscenza vuol dire Cultura.
E la Cultura deve poter circolare libera e lasciare a ciascuno la possibilità di approfondire, di curiosare, di valutare.
Tutti i “Registri” o Club di marca di veicoli d’epoca, proclamano come scopo di “registrare” appunto e di censire le vetture esistenti.
Ma se poi questi dati non sono a disposizione degli appassionati a cosa servono?
Il proprietario di una Alfa Romeo Giulietta “familiare” ad esempio, non potrebbe aver desiderio di sapere se altre ne esistono sparse nel mondo? Chi possiede una 2600 De Luxe non sarebbe interessato a capire in quali altri colori è stata realizzata? O al semplice possessore di una GT1300 Junior non farebbe piacere scoprire quali modifiche o miglioramenti hanno fatto altri sullo stesso modello?
Alfaregister è nato proprio per questo: un grande bacino dove le informazioni sono a disposizione degli appassionati, dove con il libero contributo di tutti la quantità di informazioni è a disposizione di tutti, non solo per soddisfare le semplici curiosità di tanti, ma anche per approfondire, confrontando, le tematiche del restauro di una propria vettura. Poter vedere numerosi modelli simili, anche con i loro errori o modifiche o magari visibilmente conservati nella loro autenticità, può essere un validissimo aiuto.
E poi “registrare” una vettura, vuol dire darle una data, una storia: dire c’è, esiste.
Certamente deve esser ben chiaro a tutti, la registrazione di una vettura non può, nè potrà mai dare la garanzia di autenticità alla vettura stessa. Chi oggi è veramente in grado di riconoscere una Giulia GTA falsa da una vera? Ma se le informazioni sono molteplici, si possono incrociare, si possono valutare e poi ciascuno, autonomamente, potrà tranne delle conseguenze.

Se, ripetiamo, tutto questo fosse iniziato agli albori del collezionismo, oggi avremmo più chiarezza, più trasparenza, più verità, ma se non si comincia a fare il primo passo, non si arriverà mai da nessuna parte.
Ecco perché è nato Alfaregister, gli appassionati alfisti riempiono il mondo, ora ci attendiamo che riempiano questo sito...

Grazie a tutti e da tutti attendiamo suggerimenti per renderlo il più “easy” possibile.

Alfaregister è un’idea di Afra, Alfa Blue Team e Fucina,
da decine d’anni nel mondo Alfa Romeo.